Acqua Alcalina: cos’è e perché berla

,

Cos’è l’Acqua Alcalina?

L’acqua alcalina si distingue dall’acqua del rubinetto perché è meno acida, ha cioè ha un pH superiore a sette. Tutti i liquidi hanno una misura di acidità, che è determinata dalla concentrazione di ioni idrogeno nel liquido, misurata su una scala da 0 a 14. Sotto sette, i liquidi sono considerati acidi, si pensi al caffè, al succo d’arancia e all’aceto. Un liquido con pH 7 e neutro, mentre ambienti che hanno pH sopra sette, come il bicarbonato di sodio, sono un territorio alcalino.

Quali vantaggi comporta bere acqua alcalina?

Bere acqua alcalina aiuta a mantenere il livello di alcalinità naturale del nostro corpo e in particolare aiuta a neutralizzare alti livelli di acidità del sangue. Così facendo c’è un aumento dei livelli di ossigenazione del sangue e quindi dei tessuti e un conseguente aumento dei livelli di energia che comporta fra l’altro un miglior funzionamento metabolico.

Bere, acqua alcalina, con un pH attorno a 8,8 può aiutare a lenire una problematica come il reflusso acido. Ad un tale livello di pH infatti, si uccide la pepsina, un enzima coinvolto nella decomposizione delle proteine ​​alimentari e una delle cause principali del reflusso acido.

All’acqua alcalina sono infine associate proprietà antiossidanti, che combattono cioè il processo di ossidazione delle cellule, responsabile dell’invecchiamento precoce e di processi di malfunzionamento che conducono a patologie; bere acqua alcalina aiuta a purificare l’apparato gastro-intestinale, supporta il sistema immunitario, la salute delle ossa, dell’apparato muscolare oltre che sostenere la lubrificazione articolare.

La Salute è Alcalina e così il nostro Corpo

, ,

E’ TUTTO UN EQUILIBRIO SOPRA… L’IDROGENO

Ogni soluzione acquosa ha un pH che può variare su una scala da 1 (acidità massima) a 14 (basicità massima). Il pH non è altro che un anagramma di power of Hydrogen e va a misurare la concentrazione di ioni di Idrogeno nella soluzione acquosaa di riferimento. Gli ambienti compatibili con la vita sono alcalini, come per esempio il mare. Il nostro corpo ha un equilibrio alcalino (basico) anche se il pH varia notevolmente nelle diverse parti del corpo. Lo stomaco, per esempio, è un ambiente fortemente acido per permettere al cibo di essere scomposto. La salute è alcalina ed è importante preservare questa condizione naturale. Quello che mangiamo può influire sull’equilibrio acido-base e intaccare la naturale alcalinità che preserva uno stato di salute del corpo umano.

ACIDOSI

La dieta occidentale moderna apporta cibi a tendenza acida, alterando quindi questo naturale equilibrio. Così facendo il nostro organismo è portato ad un grado di acidosi cronica. A questo stadio, il livello di minerali importanti per la nostra salute, come il magnesio, è estremamente basso.

SALUTE DELLE OSSA

Se la dieta non apporta un sufficiente quantitativo di minerali alcalini, il nostro corpo reagirà recuperandoli dal nostro magazzino naturale, ovvero le ossa. In questa maniera il nostro scheletro viene messo a repentaglio, le ossa perdono di densità e quindi resistenza. Per le donne in menopausa per esempio, mantenere alti i livelli di magnesio, e quindi di alcalinità, è fondamentale per far fronte a fenomeni di osteopenia.

MASSA MUSCOLARE

L’assunzione di cibi contenenti vitamina K è correlata con un migliore mantenimento del tessuto muscolare. In particolare, è rilevante per quelle patologie connesse con una perdita del tono a causa dell’età (sarcopenia), prevenendo quindi una perdita di massa a tutela anche di uno scheletro più fragile.

MAGNESIO

Oltre che alle questioni organiche già discusse, il magnesio è un ottimo servitore del nostro corpo. E’ funzionale all’attivazione della Vitamina D, fondamentale per avere un sistema immunitario forte. Inoltre, il magnesio influisce positivamente anche sul nostro umore; una dieta povera di magnesio è associata a frequenti mal di testa, problemi del sonno e stati d’ansia.

LA FOLLIA E’ FREGARSENE!

In generale, una dieta alcalina è associata a un più basso stato infiammatorio del corpo nel suo complesso, con effetti benefici a pioggia: dolori mestruali, problemi articolari, mal di schiena. Diverse ricerche inoltre hanno dimostrato l’esistenza di una correlazione positiva fra l’assunzione di cibi acidi e la presenza di malattie cardiovascolari, tumori e altre malattie croniche.

Quindi come seguire una dieta alcalina? Stay tuned per i nostri consigli alimentari e non solo!