Olio di semi di cumino nero: se lo usava Cleopatra…

,
olio di semi di cumino nero

Ci sono tanti semplici rimedi naturali con una lunga storia d’uso largamente dimenticati nei tempi moderni. I rimedi che si trovano in natura hanno un posto importante nella promozione del benessere del nostro organismo, nonostante i progressi della medicina. O a maggior ragione, questi rimedi assumono ruoli chiave in quella che viene considerata oggi la medicina integrata, che attinge sia dalla medicina convenzionale, che da rimedi omeopatici e naturopatici. Uno di questi è l’olio di semi di cumino nero.

Che cos’è l’olio di semi di cumino nero

L’olio di semi di cumino nero viene dalla pianta Nigella Sativa, nativa dell’Asia. Viene chiamato ancheanche olio di coriandolo nero o semplicemente olio nero. Storicamente, sappiamo che almeno due illustri personaggi facessero uso di questa sostanza: Cleopatra usava l’olio di semi di cumino nero per i capelli e la pelle, mentre Ippocrate ne riferì la sua utilità per problemi digestivi.

Molti studi riportano numerosi benefici di quest’olio, dovuti ovviamente alle sostanze in esso contenuto: il nigellone cristallino e il timolochinone in primis, ma anche: acido miristico, acido palmitico, acido stearico, acido palmitoleico, acido oleico, acido linoleico, acido arachidonico, proteine ​​e vitamine B1, B2, B3, calcio, folato, ferro, rame, zinco e fosforo.

Usi e benefici di olio di semi nero

Gli studi hanno anche dimostrato che l’olio di semi nero può essere utile per:

  • Asma e allergie
  • Eczema e psoriasi
  • Digestione (gas e gonfiore, ma anche parassiti intestinali.
  • Candida e infezioni fungine nel sistema digestivo e a livello dermico
  • Pelle e capelli a livello topico

Studi recenti hanno anche dimostrato che l’olio di semi di cumino nero potrebbe impattare positivamente anche sul sistema immunitario, sul sistema cardio-circolatorio e su terapie anti tumorali.

  1. Sistema immunitario: La nigella sativa contiene anti-ossidanti, acidi benefici e vitamina b che supportano il sistema immunitario senza tuttavia incoraggiare le reazioni immunitarie derivanti da malattie autoimmuni.
  2. Sistema cardio-circolatorio: studi sul timochinone hanno trovato che ha effetti protettivi sul cuore, promuove livelli sani di colesterolo nel sangue e contribuisce a normalizzare la pressione sanguigna.
  3. Tumori: studi recenti non ancora verificati sullìuomo, hanno dimostrato che il timochinone potrebbe stimolare apoptosi, la morte delle cellule tumorali di diverso tipo, al seno, cerebrali, pancreas e della cavità orale. Inoltre l’utilizzo di olio di semi di cumino nero in caso radioterapia, potrebbe attenuarne gli effetti collaterali.

Avvertenze

Quando si compera l’olio di semi di cumino nero, bisogna fare attenzione alla qualità di cosa si sta comprando:

  • Biologico e puro
  • Pressato senza estrazione chimica
  • Senza aggiunta di additivi
  • In boccetta di vetro possibilmente scuro

Inoltre, come qualsiasi sostanza, ne consigliamo un uso moderato, un paio di cucchiaini al giorno, salvo l’utilizzo per applicazioni topiche.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.