Rimini Wellness: il fitness per (quasi) tutti

fitness

Siamo quindi giunti alla seconda giornata di Rimini Wellness, la kermesse dedicata al fitness e al benessere. La prima giornata quella di ieri, 1 giugno 2017, è cominciata con il botto, con la partecipazione al taglio del nastro, di Federica Pellegrini e Simone Sabbioni e l’arrivo più tardi di Nibali, fresco medagliato del Giro d’Italia. Tanti VIP quindi, ma anche e soprattutto tantissimi visitatori, 270.000 attesi, fra professionisti del settore, buyer e soprattutto appassionati di fitness.

Cos’è Rimini Wellness?

Abbiamo fatto un giro al polo fieristico di Rimini, per capire effettivamente i grandi numeri che vi abbiamo raccontato ieri, come si declinassero. Tantissimi i palchi con attività continue, libere o a prenotazione. Le attività più ordinarie, quelle che si possono trovare in ogni palestra: spinning, yoga, acquagym, cross-fit, perfino una pista indoor per runner, con tanto di ponte a simulare un percorso urbano. Tanta musica e danza. Discipline un po’ meno ordinarie come l’acqua-pole e l’hot yoga, popolarissimo oltreoceano. Gli enormi padiglioni sponsorizzati: Technogym con i macchinari più conosciuti e le novità, come Skill Athletic. Il padiglione Reebok e quello Skechers, dove le attività aerobiche dominavano.

E infine, le attività più stravaganti. Partendo dalla Mudders Race, con tanto di balle di fieno e arrampicata su una staccionata. Passando per il Bodifly e il Reaxing con le piattaforme flottanti. Fino ad arrivare all’estrema incidenza dell’innovazione tecnologica nello sport con l’attrezzatura miha bodytech.

Il fitness e il benessere per tutti

All’interno della fiera si trovano alcune aree più specificatamente dedicate al benessere. Uno shop con prodotti naturali e qualche integratore. Il Biovillaggio con la Bioginnastica e l’Oasi del Benessere con conferenze e zona relax. Un’area limitata comunque. Il vero protagonista rimane il fitness per (quasi) tutti. Rispetto alle statistiche Istat e Coni che abbiamo presentato ieri, il Wellness è un’oasi felice. Innanzitutto i visitatori sono tantissimi, da tutta Italia e non solo. Le donne sono una percentuale superiore al 50%. I visitatori sono in maggioranza fra i 30 e i 40. Qualche over 60, qualche bambino

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.