sale rosa dell'Himalaya

Origini

La catena montuosa dell’Himalaya si estende in tutta l’Asia passando per Cina, Nepal, Myanmar, Pakistan, Bhutan, Afghanistan e India. Il sale dell’Himalaya è sale di un mare prosciugato rimasto incontaminato grazie alla protezione della neve e del ghiaccio, formatisi alla formazione della catena montuosa, e soprattutto dell lava che si pensa possa proteggere il sale dall’inquinamento. Per questa ragione si pensa che il sale rosa dell’Himalaya sia il sale più puro sulla terra.

Le molte tonalità di rosa, rosso e bianco sono un’indicazione del contenuto minerale, energetico e di ferro, a seconda della concentrazione.

Qualità alimentari

Così come per la frutta e la versura, il lavoro di vitamine e minerali è sinergico, così in questo sale formatosi naturalmente, i minerali lavorano sinergicamente per produrre un effetto che è più della semplice somma dei benefici del singolo minerale, per il nostro corpo.

Innanzitutto il sale rosa dell’Himalaya è naturalmente ricco di iodio che non deve essere artificialmente aggiunto. Inoltre a parità di consumo, il sale rosa dell’Himalaya contiene meno sodio. Racchiude inoltre più di ottanta minerali, ca l’85.62% di cloruro di sodio e il 14.38% di altri minerali quali solfato, magnesio, calcio, potassio, bicarbonato, bromuro, borato, stronzio e fluoruro (in ordine di quantità decrescente).

Benefici

Grazie ai suoi minerali e al lavoro sinergico degli stessi, questo sale può:

  • Creare un equilibrio elettrolitico
  • Aumentare l’idratazione
  • Regolare il contenuto di acqua sia all’interno che all’esterno delle cellule
  • Aiutare l’equilibrio del pH contribuendo a ridurre il reflusso acido
  • Prevenire crampi muscolari
  • Stimolare il corretto funzionamento del metabolismo
  • Rafforzare le ossa
  • Aiutare a mantenere la pressione bassa
  • Aiutare l’intestino nell’assorbimento delle sostanze nutritive
  • Prevenire il gozzo
  • Migliorare la circolazione sanguigna
  • Aiuta a dissolvere i sedimenti e quindi ad espellere le tossine
  • Aiutare il corpo a disintossicarsi da metalli pesanti.

Sale marino

Il sale marino di uso comune è raffinato e sbiancato chimicamente, perdendo tutti i suoi minerali. Viene inoltre aggiunto un anti-agglomerante che agisce anche sulla capacità del nostro organismo di lavorando, creando depositi pericolosi per la salute. Come già detto lo iodio viene sintetizzato e aggiunto e questo lo rende meno assorbibile dal nostro corpo.

Usi

Oltre che in cucina, può essere usato per il bagno e soprattutto per uno scrub grazie alle sue proprietà antimicotiche.

ALLORA COSA STATE ASPETTANDO!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.