Articoli

Come depurarsi dopo le feste in 5 mosse.

I giorni dopo le feste sono pieni di rimorsi ? Non ti preoccupare, rimettiti in forma con queste 5 mosse. Depurarsi dopo le feste non è mai stato cosi semplice.

Sono passate le feste, giorni passati in famiglia all’ insegna del divertimento e dei pranzi e delle cene che appaiono interminabili.

Durante le feste è difficile non cedere alle pietanze cucinate da nonna si sa, e magari prendere qualche kiletto in più non è difficile, ma non vi preoccupate l’importante è sapersi depurare i giorni successivi per riprendere il nostro benessere fisico e mentale.

Anche se sembrerà impossibile riuscire a depurarsi dopo le feste e ritornare alle abitudini di un’alimentazione sana, non devi preoccuparti perché ti aiutiamo noi  !
Dire addio ai gonfiori addominali, alla pesantezza e ai kili in più è un gioco da ragazzi se si adottano queste 5 semplici mosse:

BERE TANTA ACQUA:

Ebbene sì, la prima cosa da fare è proprio questa. L’acqua aiuta il nostro corpo a eliminare le tossine accumulate e aiuta a portare via tutto quello che il nostro corpo trattiene. Se ti risulta complicato bere tanta acqua prova le ricette delle nostre acque detox o prova con il thè verde.

FRUTTA E VERDURA SENZA LIMITI:

Mangiare frutta e verdura integrerà nel nostro corpo Sali minerali, vitamine, fibre e tanti altri nutrienti e sostanze protettive per la salute di cui abbiamo avuto carenza nei giorni di festa. Proprio non riesci a mangiare frutta o verdura ? Prova le ricette dei nostri centrifugati o estratti, ti sembrerà di bere un buon cocktail analcolico

FAI UNA PASSEGGIATA:

No, non ti stiamo dicendo di correre per decine di kilometri, semplicemente esci a fare una passeggiata una volta al giorno, questo permetterà al tuo corpo di ossigenarsi, attivarsi e ti sentirai subito meglio, basteranno 20/30 minuti e scoprirai i benefici per mente e corpo di una buona vecchia passeggiata.

FIBRE E CEREALI:

Ti basterà introdurre nella tua alimentazione riso, legumi e zuppe per favorire e sostenere l’attività del fegato. Qui di seguito ti lasciamo qualche ricetta per cucinare gustosissime vellutate detox.

VOGLITI BENE:

Non essere troppo duro con te stesso, prendere qualche kilo in più non è cosi grave come sembra, sarai sempre in tempo per rimediare, in compenso hai passato bellissime giornate in compagnia delle persone a cui vuoi bene.

 

Queste erano le 5 mosse per depurarsi dopo le feste e ritrovare il benessere fisico e mentale dopo qualche giorno di abbuffate.

Ovviamente è consigliabile mantenere un’alimentazione sana nei giorni a seguire il periodo detox.

 

Estratto per allergie

,

Un estratto per allergie ricco di antiossidanti e vitamina C

Per contrastare e prevenire i fastidiosi sintomi delle allergie, in particolare quelle stagionali, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali che aiutino a contenere il rilascio di istamina da parte del nostro corpo. L’istamina è una proteina che viene prodotta quando il nostro corpo entra in contatto con un allergene, quali ad esempio polvere, peli di animali domestici o polline. Si tratta di una reazione spontanea ed amplificata a particolari sostanze, che risultano invece innocue per la maggior parte della popolazione. Per fortuna la natura ci viene in aiuto con alimenti che naturalmente combattono i sintomi delle allergie tenendo a bada l’istamina. Vi proponiamo un estratto per allergie ricco di antiossidanti e vitamine che aiuterà ad alleviare questi sintomi semplicemente disintossicando l’organismo. Inoltre questa ricetta è una miscela perfetta per aiutare il sistema immunitario.

Ingredienti:

  • 1 limone
  • un pezzo di zenzero
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 cetriolo

Procedimento:

Unire tutti gli ingredienti nell’estrattore. Mescolare e consumare il succo immediatamente.

Proprietà:

Il limone è ricco di Vitamina C e, oltre ad avere un azione antistaminica, aiuta a contrastare i radicali liberi e nella sintesi del collagene. Aglio e zenzero sono considerati veri e propri antistaminici naturali. Essi aiutano ad attivare quegli enzimi che eliminano le tossine e sono noti per essere antinfiammatori naturali.

Il cetriolo contiene numerose sostanze antiossidanti quali Vitamina C e beta-carotene. Contiene inoltre flavonoidi antiossidanti come la quercetina, un altro antiossidante che impedisce il rilascio d’istamina.

 

Ti è piaciuta quest ricetta? Guarda anche questa.

Floruro di sodio: come liberarsene!

Il fluoruro di sodio è stato classificato come neurotossina, secondo uno studio pubblicato sulla rivista medico-scientifica “The Lancet”, alla pari di arsenico, piombo e mercurio. Gli studi e soprattutto le conclusioni riguardo gli effetti sulla salute, non sono univoche. Pare ormai di poter concludere, che entro il range raccomandato, non ci siano effetti dannosi sulla salute. Nonostante questa rassicurante incertezza, sappiamo che il floruro di sodio è contenuto nei dentifrici, nelle gomme da masticare e in molte bevande gasate ed è una sostanza che il nostro corpo tende ad immagazzinare con conseguenze appunto incerte sul lungo periodo. Per questa ragione, pensare di liberarsene è un ottimo step verso una depurazione generale del corpo. Ma come? Come sempre la natura ci viene in soccorso, bere molta acqua e assumere:

Magnesio e Calcio

L’alimentazione moderna ha portato molti di noi ad avere carenze di magnesio. Questo minerale svolge un ruolo importante nel metabolismo e nella sintesi di nutrienti all’interno delle cellule. Inibisce anche l’assorbimento del fluoruro a livello cellulare e insieme al calcio sembra stimoli il corpo ad eliminare il floruro di sodio. Per assumere magnesio e calcio insieme basta consumare verdure a foglia scura, noci, semi, pesci, fagioli, cereali integrali, avocado, yogurt biologico, banane, frutta secca e cioccolato fondente.

Iodio

Lo iodio è un elemento importante per il metabolismo normale delle cellule, in particolare gli ormoni tiroidei. Aiuta ad espellere le sostanze tossiche come il floruro attraverso le urine. Per assumere iodio basta inserire nel proprio approvvigionamento alimentare alghe, mirtilli rossi, yogurt, patate, fragole e fagiolini biologici.

Boro

Il boro è un elemento naturale che aiuta disintossicarsi. Gli alimenti ricchi di boro includono la maggior parte delle noci, le prugne, il miele, i broccoli, le banane e l’avocado.

Tamarindo

Il frutto del tamarindo è ampiamente utilizzato nella medicina ayurvedica. Può essere utilizzato in una tintura o tè per depurare l’organismo.

Ci sono inoltre pratiche che in generale possono stimolare l’eliminazione di metalli pesanti e tossine:

Detox per il fegato

Il fegato è responsabile di più di 400 funzioni del corpo e spesso oberato di lavoro. Per questa ragione seguire un programma di pulizia del fegato è importante: bere acqua e limone al mattino e mangiare aglio, curcuma, limoni, lime e avocado.

Farsi una sauna

Attraverso il sudore si espellono le tossine e una sauna è un buon modo per attivare questo processo se si ha cura di mantenersi idratati prima e dopo.

Buona disintossicazione a tutti!

Zeolite: un disintossicante naturale

Cosa è la Zeolite?

La Zeolite è un minerale microporoso di origine vulcanica che contiene alluminosilicati, idrati di metalli alcalini ed alcalino-terrosi. La zeolite ha origine dall’incontro tra la lava incandescente e l’acqua salmastra dei mari ed è costituita da un reticolo cristallino contenente il cadmio, il magnesio, il calcio, il silicio, il sodio, il potassio e l’acqua.

La Zeolite è utile per la detossicazione dell’organismo, in quanto agisce come una spugna per catturare, mediante la struttura microporosa, quantità rilevanti di agenti inquinanti che raggiungono il flusso sanguigno, quali i metalli pesanti, le tossine, i radicali liberi, i pesticidi, i cationi radioattivi, gli aditivi alimentari, i residui di farmaci, i virus, i batteri e i funghi. Queste ultime sostanze a contatto con l’organismo possono causare diverse disfunzioni fisiologiche e l’alterazione degli equilibri metabolici.

La zeolite ha eccellenti proprietà di assorbimento, radioprotezione, decontaminazione, disintossicazione ed è utilizzata per trattenere i metalli pesanti e gli isotopi radioattivi presenti nell’aria, nei terreni contaminati e nell’acqua. Il minerale, ad esempio, è stato utilizzato nel 1986 a Chernobyl, dopo l’incidente della centrale nucleare e in Giappone dopo le esplosioni della bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki.

La Zeolite contro i radicali liberi

Un radicale libero è costituito da una molecola o da un atomo particolarmente reattivo che contiene almeno un elettrone spaiato nel suo orbitale più esterno. I radicali liberi, in dipendenza della caratteristica chimica, sono instabili e tentano di tornare nell’equilibrio sottraendo un elettrone alla molecola più vicina per pareggiare la carica elettromagnetica. Il meccanismo dà origine a nuove molecole instabili e innesca una reazione a catena che danneggia le strutture cellulari.

I radicali liberi più conosciuti sono quelli a contenuto d’ossigeno i ROS (Reacting Oxygen Species) come l’anione superossido (O2-) ed il perossido d’idrogeno (H2O2).

La produzione di radicali liberi è un evento fisiologico e si verifica normalmente nelle reazioni biochimiche cellulari, soprattutto in quelle che utilizzano l’ossigeno per produrre energia.  I fattori che provocano la formazione di radicali liberi sono molteplici e complessi, quali l’ inquinamento, le polveri sottili, le sostanze inquinanti presenti nel cibo, l’alimentazione non equilibrata, il fumo, l’attività fisica intensa, lo stress e i farmaci.

Alcuni ricerche scientifiche sullo stress ossidativo rilevano che un eccesso di radicali liberi può provocare patologie, quali il diabete, i tumori, le patologie cardiovascolari e le patologie gastrointestinale. Per quanto esposto, la Zeolite è utile per neutralizzare i radicali liberi e i metalli pesanti presenti nell’aria e nel cibo.

Benefici della zeolite

La zeolite costituisce un coadiuvante, idoneo per una profonda depurazione e disintossicazione dell’organismo, tanto da migliorare le prestazioni fisiche e mentali, regolare il metabolismo e la digestione, attuare un’azione positiva sul sistema cardio-circolatorio, diminuire la stanchezza, favorire la contrazione muscolare e regolare l’equilibrio acido-base. Infine, la zeolite è utile anche nei casi di applicazioni topiche per acne, pruriti, dermatiti, eczemi e psoriasi. La zeolite non è assorbita dall’organismo e permane per circa 24 ore nell’organismo per essere successivamente eliminata con le urine e le feci.

Scritto dalla Dott.ssa Elena Morosanu, esperta in nutrigenetica.