Articoli

Ricetta alcalina per purificare il fegato

, ,

Una ricetta alcalina che aiuta a depurare il fegato

Il fegato è un organo fondamentale e necessario al processo di metabolizzazione di alimenti, ma anche all’eliminazione di tossine e farmaci. Depurare regolarmente il fegato è pertanto importante poiché in questo modo, si migliorano anche la digestione e il funzionamento dell’intestino. Esistono numerosi alimenti che sono particolarmente indicati per depurare quest’organo. Vi proponiamo qui una ricetta alcalina che contiene tra i più potenti ingredienti utili a depurare il fegato.

Ingredienti

  • 2 pompelmi grandi
  • 4 limoni
  • 300 ml di acqua alcalina (o filtrata)
  • uno spicchio di aglio fresco
  • un pezzetto di zenzero fresco
  • un pizzico di pepe di cayenna

Procedimento

Spremere il succo del pompelmo e del limone. Quindi grattugiate l’aglio e lo zenzero e aggiungeteli al succo. Aggiungere l’acqua e passare nell’estrattore per 30 secondi. Aggiungere più zenzero e aglio a piacimento.

Proprietà

Questo succo risulta molto povero di colesterolo e sodio. Oltre che a essere un’ottima fonte di Vitamina C esso contiene vitamine A, E, K, Tiamina, B6, Magnesio e Potassio. Inoltre l’aglio aiuta ad attivare quegli enzimi che aiutano a eliminare le tossine, oltre contenere minerali quali calcio, fosforo, potassio, e selenio.

Per migliorare le funzioni epatiche vi consigliamo di assumere l’integratore Biliaris del Dr Giorgini.

 

 

Aglio nero: black is the new white! 2pt

,

Proprietà, usi e ricette per l’onice dell’alimentazione!

Nella prima parte dell’articolo, vi abbiamo raccontato le proprietà dell’aglio nero. Oggi vi raccontiamo come farlo e cosa farne.

Come fare l’aglio nero

Per produrre l’aglio nero oltre che una buona materia grezza, si deve avere una risottiera e tanta pazienza. Esistono pentole ad hoc, ma sono piuttosto costose. Il processo di fermentazione dell’aglio, nella risottiera, è piuttosto lungo e per chi non riesce ad aspettare è possibile acquistare on-line direttamente l’aglio nero. In caso contrario ecco le indicazioni per la produzione homemade.

Anzitutto comperare l’aglio giusto. Aglio fresco ovviamente di buona qualità, senza parti marce o comunque in fase di decomposizione. In secondo luogo, prevedere una zona all’aperto dove fare fermentare l’aglio. L’odore è molto pungente e in casa potrebbe dare fastidio.

L’aglio va posizionato in verticale su un tovagliolo di carta nella parte interna della risottiera. Va selezionata l’opzione “Keep Warm” o “Mantieni caldo” e va lì lasciato per almeno 14 giorni. Si può lasciare fino a 40 giorni se si desidera un sapore più intenso. Quando l’aglio è pronto va lasciato essiccare in un’area secca a temperatura ambiente. Il processo dura altri 10-14 giorni. A questo punto l’aglio può essere conservato in frigo in un contenitore ermetico.

Come utilizzare l’aglio nero

L’aglio nero può essere utilizzato come l’aglio normale, soffritto in olio d’oliva, spalmato su crostini, o utilizzato come condimento per cotture al forno.

Può essere utilizzato insieme alla cipolla, come soffritto per la cottura del cavolo. Una passata di olio al tartufo e di aceto balsamico e il cavolo è servito.

Una delizia è la confettura di aglio nero, fatta lasciando cuocere a lungo l’aglio nell’olio e poi passandolo come fosse una purea.

Aglio nero: black is the new white! 1pt

,

Proprietà, usi e ricette per l’onice dell’alimentazione!

Il binomio aglio nero, no fa proprio immagina una prelibatezza per il palato. Al massimo, viene in mente l’aglio lasciato soffriggere un po’ troppo, mentre si riceve l’infinita telefonata della zia Maria. In realtà non è altro che aglio “fermentato, che ha un sapore accattivanti e straordinarie proprietà per la salute.

Cos’è l’ aglio nero

Il concetto di aglio fermentato non è proprio corretto in quanto la trasformazione non è dovuta al metabolismo microbico ma alla rottura enzimatica (allinasi) e alla reazione di Maillard. Poco importa quali siano i processi chimici dietro questo fenomeno. Fatto sta che se tenuto a certe condizioni, l’aglio può diventare nero, assumere un sapore quasi caramellato e diventare un alleato di salute. Non per nulla il  taoismo, lo considerava un elisir di immortalità!

Le proprietà nutrizionali

Contiene quasi due volte le quantità di antiossidanti dell’aglio crudo. Ha un’elevata concentrazione di composti sulfurei. Uno di questi in particolare, la SAC O S-allilcisteina, ha un importante impatto sulla sintesi del colesterolo, inibendola. Oltre queste, ha tutte le proprietà dell’aglio normale e può essere usato allo stesso modo.

L’impatto sulla salute

Le proprietà nutrizionali dell’aglio nero, lo rendono un alleato della salute. In particolare aiuta nei seguenti casi:

Diabete di tipo 2: I potenti antiossidanti dell’aglio possono diminuire lo stress ossidativo, causato da un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. In questa maniera si prevengono i danni ingenti collaterali alla presenza di diabete come: malattie renali e cardiache, danni al sistema nervoso e alla vista.

Colesterolo: studi recenti hanno dimostrato una maggiore efficacia dell’aglio nero, rispetto al normale, per prevenire malattie cardiache, grazie all’influenza sul colesterolo cattivo.

Allergie e altro ancora: rafforza il sistema immunitario e spegne i geni che causano l’infiammazione e le reazioni allergiche. Come antibiotico naturale, aiuta a combattere virus e infezioni.

Fegato: in caso di abuso dell’alcol si provocano danni al fegato derivanti dallo stress ossidativo. L’aglio nero, combattendo proprio lo stress ossidativo, abbatte i danni da alcol sul fegato.

Curiosi quindi di sapere come fare e usare l’aglio nero? Domani la seconda parte dell’articolo.

Depurare il fegato: una bevanda miracolosa

,

Come sappiamo il fegato è un organo molto importante. Attraverso il fegato il nostro corpo processa e si libera delle tossine e in Medicina Cinese il fegato è considerato una riserva di sangue, custodisce lo Hùn, l’anima eterea che permette la pianificazione, ed è danneggiato dalla collera – per maggiori informazioni sul significato del fegato in Medicina Tradizionale Cinese clicca qui. Risulta evidente che il fegato ha un ruolo chiaro nel nostro benessere e viene quindi da chiedersi cosa si può fare per depurare il fegato, ripulirlo da tutte le tossine accumulate durante l’inverno.

Una bevanda miracolosa

Per il buon funzionamento del fegato, l’alimentazione è importante. Noi siamo quello che mangiamo e il fegato ha l’onere di occuparsi di tutte quelle sostanze sgradite alla nostra fisiologia. Per depurare il fegato non sono necessarie medicine ma semplicemente una bevanda che se presa con costanza, a fronte di una dieta salutare ricca di verdure e cibi non processati, resetterà completamente lo stato di un fegato sovraccaricato di lavoro.

Questa bevanda fornirà diversi benefici al fegato e all’organismo in generale come un rafforzamento del sistema immunitario, disintossicazione dell’organismo, prevenzione e cura di stati infiammatori e infettivi, azione antiossidante, riduzione dei livelli di colesterolo e di glicemia nel sangue, un miglioramento del metabolismo e una pelle più pulita e lucente.

Ricetta

Da consumare tutti i giorni per 30 giorni. Interrompere l’assunzione per 15 giorni e ripetere il ciclo. Da effettuare una volta l’anno preferibilmente in primavera.

Ingredienti:

  • Due limoni biologici;
  • Un cetriolo;
  • Una manciata di prezzemolo;
  • 200ml d’acqua.

Istruzioni:

Tritare i cetrioli e il prezzemolo in un frullatore. Aggiungere l’acqua e il succo dei limoni e mescolate energicamente. Bere una o due volte al giorno a stomaco vuoto. Et voilà, avrete un fegato come nuovo!

La buccia del limone è ricca di nutrienti e si può facilmente riutilizzare, leggete qui.