Articoli

Le novità al Wellness: quale futuro per il fitness?

Al Rimini wellness si sa, vanno in scena colori, sudore e tanto tanto divertimento. Ma anche e soprattutto le novità in campo fitness. La più importante vetrina nazionale ed internazionale sul wellness, ma soprattutto sul fitness, è l’occasione per aziende del settore di presentare le novità in termini di ricerca, studio e innovazione. E l’occasione anche per i professionisti e gli appassionati di conoscere queste novità. Curiosi quindi? Vi raccontiamo qualcuna delle novità al Wellness, quelle secondo noi più rivoluzionarie.

Le novità al wellness

Mihabodytech: una speciale imbracatura elettrostimolante che potenzia l’allenamento in maniera sicura e mirata.

Phantom training mask: lo dice il nome una maschera che si indossa durante l’allenamento. A cosa serve? A sviluppare i muscoli respiratori.fit paddling

Fit paddling: la Fit board è una tavola su cui fare attività che aumentano la propriocettività, la stabilità e il controllo muscolare. Potenziando le performances.

Reaxing: non un’allenamento ma una serie di strumenti che forniscono stimoli di diverso genere per innescare reazioni neuromuscolari.

FlyBoard di Bodyfly: uno strumento di tonificazione, coordinazione e recupero funzionale-

Skillrow: un vogatore di technogym con tanto di app.

skillrowMacchine postural e auxotoniche: sono macchinari che accompagnano il movimento in particolare di bacino e colonna vertebrale di chi le utilizza. In questa maniera permettono un allenamento anaerobico differenziato, preservando articolazioni e schiena bacino.

Il futuro del fitness

Ma quindi il futuro del fitness dipende da innovazione e tecnologia? In parte sì, ma è altrettanto vero che al Wellness si sono viste molte attività a corpo libero. La Federazione Italiana Fitness ha introdotto l’Animal Move (il nome già racconta tutto) e Calisthenics una ginnastica con il solo uso della barra. E poi tutte le attività con la musica Strong by Zumba e Dansying Walking by Freddy. Infine le evoluzioni dei circuiti funzionali R-Evolution by Reebok e Water Grid, il funzionale in acqua pensato da Virgin. Probabilmente la tecnologia, le app, entreranno sempre più nel mondo fitnesìss, ma i duri e puri rimarranno sempre. Basta guardare la Mudders Race!

Rimini Wellness: il fitness per (quasi) tutti

Siamo quindi giunti alla seconda giornata di Rimini Wellness, la kermesse dedicata al fitness e al benessere. La prima giornata quella di ieri, 1 giugno 2017, è cominciata con il botto, con la partecipazione al taglio del nastro, di Federica Pellegrini e Simone Sabbioni e l’arrivo più tardi di Nibali, fresco medagliato del Giro d’Italia. Tanti VIP quindi, ma anche e soprattutto tantissimi visitatori, 270.000 attesi, fra professionisti del settore, buyer e soprattutto appassionati di fitness.

Cos’è Rimini Wellness?

Abbiamo fatto un giro al polo fieristico di Rimini, per capire effettivamente i grandi numeri che vi abbiamo raccontato ieri, come si declinassero. Tantissimi i palchi con attività continue, libere o a prenotazione. Le attività più ordinarie, quelle che si possono trovare in ogni palestra: spinning, yoga, acquagym, cross-fit, perfino una pista indoor per runner, con tanto di ponte a simulare un percorso urbano. Tanta musica e danza. Discipline un po’ meno ordinarie come l’acqua-pole e l’hot yoga, popolarissimo oltreoceano. Gli enormi padiglioni sponsorizzati: Technogym con i macchinari più conosciuti e le novità, come Skill Athletic. Il padiglione Reebok e quello Skechers, dove le attività aerobiche dominavano.

E infine, le attività più stravaganti. Partendo dalla Mudders Race, con tanto di balle di fieno e arrampicata su una staccionata. Passando per il Bodifly e il Reaxing con le piattaforme flottanti. Fino ad arrivare all’estrema incidenza dell’innovazione tecnologica nello sport con l’attrezzatura miha bodytech.

Il fitness e il benessere per tutti

All’interno della fiera si trovano alcune aree più specificatamente dedicate al benessere. Uno shop con prodotti naturali e qualche integratore. Il Biovillaggio con la Bioginnastica e l’Oasi del Benessere con conferenze e zona relax. Un’area limitata comunque. Il vero protagonista rimane il fitness per (quasi) tutti. Rispetto alle statistiche Istat e Coni che abbiamo presentato ieri, il Wellness è un’oasi felice. Innanzitutto i visitatori sono tantissimi, da tutta Italia e non solo. Le donne sono una percentuale superiore al 50%. I visitatori sono in maggioranza fra i 30 e i 40. Qualche over 60, qualche bambino

RiminiWellness: un evento da non perdere per gli appassionati di fitness

Come tutti gli anni, anche questo inizio giugno è arrivato l’appuntamento con la RiminiWellness. Una tappa fissa per sportivi di tutte le discipline, amanti del fitness e non solo. Moltissimi sono i curiosi, quelli affascinati da un mondo colorato e dinamico, quelli che si ripromettono sempre di cominciare o ricominciare.

Lo sport in Italia

Ma quanti sono gli Italiani che praticano sport? Secondo la ricerca annuale Istat-Coni, il 25,1% degli italiani sopra i tre anni, si definisce praticante. Un dato in crescita, ma non proprio un successo per il settore. Le statistiche peggiorano poi se si prendono segmenti differenti di popolazione. Si fa più sport al nord che al sud (in Campania al 13,9%). Fanno più sport gli uomini delle donne con diversi gap a seconda delle età. I più sportivi sono i più piccoli fra i 6 e gli 11 anni, il 59,7%, andando in calare nelle fasce di età successive. Quindi bene, ma non benissimo.

I numeri di RiminiWellness

In questo panorama si inserisce RiminiWellness, un mega-evento sulla riviera, che raccoglie 1.500 ore di lezione su 4 giorni di evento. 45 palchi divisi fra pilates, acqua, danza, indoor cycling, fitness, walking e yoga. 350 metri quadrati di vasche e più di 500 istruttori provenienti da tutto il mondo. Numeri da capogiro per un evento su fitness e wellness, con un focus importante sull’alimentazione e soprattutto attenzione estrema alle novità.

Un posto dove scoprire tutte le nuove tendenze in campo di fitness e di alimentazione ad esso collegata, dove conoscere e fare una lezione con gli istruttori più conosciuti del mondo del fitness. E vedere qualche vip dello sport, quelli non mancano mai.